Nella scelta della nostra crociera al nord abbiamo optato per un giro che prevedesse di arrivare anche alle Isole Svalbard oltre che ai fiordi norvegesi.

Una mattina abbiamo solcato i mari estivi, era giugno, districandoci tra gli iceberg che galleggiavano attorno a noi. Una sensazione strana, sembrava di essere sul Titanic, lontani dal resto del mondo e in un altro tempo! Eravamo più vicini al Polo Nord che al resto della terraferma.

Questa navigazione ci ha portato in luogo magico: Magdalenefjorden, un fiordo ricoperto da nevi e ghiacci perenni. Era tutto talmente bianco da essere accecante, il contrasto con il mare ed il cielo blu era notevole.

Da osservatori silenziosi ci siamo goduti il momento; oltre a noi non c’era nessun altro.

Il ghiacciaio Waggonway imponente scivola lentamente, centimetro dopo centimetro e si butta in mare, creando una parete a strapiombo proprio sull’acqua. Una magia, un luogo incontaminato che dev’essere preservato e mantenuto nel tempo per tutti noi e per tutti i posteri!

Foto di Alessandro Giroldini

magdalene  212magdalene  190magdalene  200magdalene  202magdalene  197magdalene  201magdalene  213